mercoledì, novembre 23, 2005

Yo no puedo enamorarme de ti

Ci sono situazioni nelle quali è proibitissimo innamorarsi.
Non per altro, ma per motivi sensati e ragionevoli. La ragionevolezza tira fuori delle muraglie inattese fatte per salvarci la pelle.
Che succede se ti tiri una storia con la coinquilina? Quando finisce, che fate? Si continua ad abitare assieme e a portare gente in camera come se niente fosse? E poi, a nome di chi è il contratto e chi deve farsi da parte quando sorge un litigio serio?

Non si può, non si può.
Lo stesso accade con certe amiche: il rapporto non sarebbe più lo stesso, il loro mondo le crollerebbe addosso e tu non sapresti come gestire i tuoi sentimenti.
-Il mio ragazzo mi ha detto di non innamorarmi di te, mi ha confessato un'amica (a cui -ahimé- tengo molto).
-Come dargli torto? ho risposto io, capendo benissimo quello che stava succedendo; ridendo però sotto i baffi.

Credo di averne combinate di tutti i colori, però mi rimane ancora un'autodifesa dai casini. Non parlo del fidanzato geloso... figurarsi! Parlo proprio dei casini che potrebbero coinvolgere intimamente la sfera affettiva portando la ragion pratica a lottare contro gli slanci emotivi.

Non si fa, non si fa.
Poi il giorno che la combinerò grossa...
(perché si campa una volta sola)
(perché dove c'è gusto non c'è perdenza)
...sarete i primi a saperlo!

6 commenti:

Anonimo ha detto...

Sam: Don't you find me attractive?
Danny: Of course I find you attractive.
Sam: Well then?
Danny: Well we're mates. You can't sleep with your mates, it's one of the unwritten rules of the moral code of mateship.
Sam: I didn't know there were any unwritten rules of the moral code of mateship.
Danny: Oh yeah, they're the biggies. No sleeping with a mate, no sleeping with a mate's girlfriend, no urinating on a mate's car. It's column of salt sort of stuff, Sodom and Ghomorra and all that.

[...]

Danny: Want to get married?
Sam: Can't, got to go out later.

sAn+o

asteria ha detto...

uhmmm

ispirato questo discorso eh!

come si fa a tutelare se stessi e gli altri??

asteria ha detto...

mio caro sAn+o...sagge parole, purtroppo!

Ruthven ha detto...

Ci si tutela in maniera inconscia, questo è il bello. Abbiamo un chip che si attiva in situazioni di pericolo e dice: "Fermo, fermo, pensa, pensa! no, con quell'altra! con l'altra testa!!"

r ha detto...

sì ma a volte 'sto fatto della ragionevolezza (razionalità?) è un po' una palla...e poi mica funziona sempre!

Ruthven ha detto...

No, non funziona sempre, ahimé...