mercoledì, agosto 30, 2006

Croazia06

Eccomi rientrato da una bella e rilassante vacanza nelle isole croate.
Con il mio compagno Ga. abbiamo girato le isole del nord: Rab (Arbe), Lusinj (Lussino), Cres (Cherso) e Krk (Veglia).
Partendo da Fiume (sotto una pioggia battente) abbiamo iniziato a viaggiare tra le isole e le orde di turisti. Basicamente la maggioranza della gente era tedesca o del ricco Nord-est. Altri turisti invece si spostavano sulla barca privata e provenivano da tutt'altri orizzonti.Arbe
Spostandoci con i traghetti, abbiamo avuto il piacere di assistere a delle scene di panico una volta che abbiamo trovato il mare leggermente mosso; con l'onda lunga diciamo. A un certo punto alcuni passeggeri hanno cambiato il loro bel colorito da ricco pasciuto a un giallognolo non troppo inquietante. In particolare c'era un riccioluto ragazzo, molto trendy, che ha finito la traversata in coma, sdraiato al suolo senza muoversi, dopo aver vomitato l'anima a mare. Certi altri passeggeri, presi dalla compassione, gli hanno steso addosso compassionevoli giacche e pregavano l'equipaggio di fare qualcosa. In quel frangente passa il vecchio macchinista, li guarda, guarda noi con fare complice ed esclama: "Montagnoni!".

Prima colazione a Trieste
Il resto del viaggio è stato meno movimentato, purtroppo per Ga. che cercava di sfogare in qualche modo. "Vieni già scopato", gli avevo raccomandato. Invece no e mi son dovuto sorbire le sue continue lamentele e i più divertenti apprezzamenti sulle leggiadre fanciulle che incontravamo lungo i nostri pelegrinaggi.
Un altro lato piacevole del viaggio con Ga. sono state le numerose partite a go e, sopratutto, il nostro comune amore per la buona tavola e il buon vino (in particolare lo Zlatna vrbnička žlahtina). Mi sono fatto ciotto ciotto, però che goduria. Pesce cucinato ad ogni pranzo e cena! Frutti di mare, zuppe, grigliate, il tutto abbondantemente annaffiato! Per concludere un pranzo a Cres, dove abbiamo assaggiato la migliore malvasia del viaggio, ci siamo concessi una ricchissima siesta in una pineta.

Krk, siesta in pineta
Per concludere la vacanza, proprio prima di ritornare nel mondo reale, siamo stati a cena per il mio compleanno dalla donna-più-bella-del-mondo, giusto per ricordarci come sarebbe vivere in Paradiso: mare croato, ottima tavola e donna ideale.

2 commenti:

carmen-asteria ha detto...

mamma che coppia di profughi!

Ruthven ha detto...

beh niente in confronto alla foto di Procida!!